AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 2 aprile 2017

Recensione // "Splendi più che puoi" di Sara Rattaro

Splendi più che puoi
Sara Rattaro
Garzanti, 224 pp, 16,40€, 2016

Sinossi: L’amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma, quando per la prima volta ha incontrato Marco che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è perfetto. Ma arriva sempre il momento del risveglio. Perché Marco la ricopre di attenzioni sempre più insistenti. Marco ha continui sbalzi d’umore. Troppi. Marco non riesce a trattenere la sua gelosia. Che diventa ossessione. Emma all'inizio asseconda le sue richieste credendo siano solo gesti amorevoli. Eppure non è mai abbastanza. Ogni occasione è buona per allontanare da lei i suoi amici, i suoi genitori, tutto il suo mondo. Emma scopre che quello che si chiama amore a volte non lo è. Può vestire maschere diverse. Può far male, ferire, umiliare. Può far sentire l’altra persona debole e indifesa. Emma non riconosce più l’uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Come nascondere a sé stessa e agli altri quei segni blu sulla sua pelle che nessuna carezza può più risanare. Fino a quando nasce sua figlia, e il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Ma il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, sa sempre come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.Sara Rattaro è un’autrice amata dai lettori italiani e di tutta Europa. Nel 2015 ha vinto il prestigioso premio Bancarella per il suo romanzo Niente è come te, che ha conquistato i librai e la stampa più autorevole. Con Splendi più che puoi riesce di nuovo a sorprendere e a emozionare. Una storia profonda in cui dal dolore fiorisce la speranza. In cui l’amore fa male, ma la voglia di tornare a essere felici è più potente di tutto. Perché non c’è ferita che non possa essere rimarginata.


Recensione
★★★★
Mi sono avvicinata a questa autrice circa un anno fa, in occasione dell'uscita di questo libro, ma ci son voluti ben quasi dodici mesi prima che io prendessi in mano una delle sue storie.
Ho sempre sentito parlar molto bene di Sara Rattaro e dei suoi libri, ma in qualche modo ho avuto timore di entrare nelle sue pagine... fino alla settimana scorsa, momento in cui mi son decisa che era venuto tempo per una delle sue storie.
Le aspettative erano alte, e fortunatamente non sono state deluse.

Splendi più che puoi è una storia di denuncia, la storia di una donna che parla alle donne, ma non solo. E' purtroppo ancora attualissimo il fenomeno dei maltrattamenti e violenze sul genere femminile ad opera di quello maschile; ma fortunatamente i passi avanti che si son fatti a difesa delle donne rispetto a diversi anni fa sono notevoli, anche se non abbastanza.

Come l'autrice più volte scrive tra le pagine, la violenza domestica è considerata, dai più, un fatto privato: molte donne, per il timore di esporsi ancor più agli abusi o in generale agli occhi degli estranei, preferiscono subire e tenere il dolore tutto per sè. Si auto-annullano psicologicamente sperando che così facendo in futuro il partner ritorni ad essere l'uomo di cui si sono innamorate.
Ma ciò accade praticamente mai; perchè chi ha l'ardire di alzare anche soltanto un dito sulla persona che invece dovrebbe amare, raramente può rinsavire.
E' quello che accade ad Emma, la protagonista di questo libro: per molti anni è stata vittima degli sbalzi d'umore del marito, ma, per il proprio bene e quello della figlia, riesce a trovare l'ultimo briciolo di forza che non le è stato strappato via e si ribella.

Ed è per questo infatti che, chi è vittima di questi atti, deve farsi forza e denunciare, rialzarsi dalla nube nera nella quale si è precipitati e ritornare a prendersi la propria vita, o - come scrive la Rattaro - a splendere!

Di questo libro ho apprezzato la sensibilità con cui l'autrice ha saputo raccontare questo fatto di cronaca che vuole gridare al mondo quanto noi donne siamo forti, e soprattutto non meno importanti degli uomini.
Tra un capitolo e l'altro appaiono brevi trafiletti nei quali vengono annunciate le varie leggi, con tanto di data di messa in vigore, che negli anni sono state disposte a favore delle donne: ciò che mi ha lasciata amareggiata è la lentezza con la quale ci sono stati riconosciuti diritti che, in verità, avremmo dovuto da sempre possedere. Basti pensare che soltanto dal 2001 c'è una legge che si occupa di misure contro la violenza domestica, all'interno del nucleo famigliare.

Giusto per citare Emma Watson, "La cosa più triste che una donna possa fare è abbattere la sua autostima per colpa di un ragazzo"; perciò, ragazze, siate voi stesse! non annullatevi per nessuno, neppure in nome dell'amore! non subite, non rimanete a bocca chiusa neppure difronte a cattive parole che vi vengono rivolte! attingente alla forza e all'intelligenza che è dentro di voi! denunciate le violenze, rialzatevi e ritornate a splendere! perchè voi siete importanti!

Nessun commento:

Posta un commento