AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

venerdì 12 agosto 2016

Recensione in anteprima: "L'imperfetta" di Carmela Scotti

Buongiorno lettori e buon pranzo!
Scusate la mia assenza degli ultimi tempi. Sono tornata da due giorni dalle vacanze in Salento ma sono comunque ancora in ferie a casa dei miei genitori.
Durante la mia vacanza al mare non ho letto tantissimo, causa il super-caldo, ma mi sto rifacendo in questi giorni. Vi lascio quindi la mia recensione de "L'imperfetta" di Carmela Scotti terminato proprio ieri sera. Questo libro uscirà il 25 agosto ma io sono riuscita ad accaparrarmelo in anteprima grazie all'iniziativa organizzata da Garzanti e IBS.

L'imperfetta
Carmela Scotti
Garzanti, 208 pagine, 2016, 14,90€

SinossiPer Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c’è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L’ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell’amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo sedici anni e decide che non vuole più avere paura. E l’ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore, forse imperfetto, ma forte come il vento.

Recensione
★★★★
Carmela Scotti si propone al pubblico di lettori con questo suo primo romanzo che è stato definito dalla stampa come un esordio potente.
E potente in effetti lo è, poichè la sua storia tocca temi duri e profondi, antichi ma attualissimi.

Siamo nella Sicilia della fine dell'800. La protagonista Catena vive in una famiglia che, dopo la morte dell'amato padre, non la vuole più. Disprezzata per le sue capacità e vittima silenziosa di abusi commessi alla luce del sole, decide di scappare per salvarsi. Ma la sua vita successiva sarà quella di una fuggitiva costretta a tutto pur di rimanere in vita.

Catena è il nome della protagonista, ma possiamo azzardarci a dire anche che è il suo stato: incatenata ad una famiglia che la disdegna, incatenata alla Vicaria di Palermo per i crimini di cui si è macchiata nel tentativo di salvarsi, incatenata alla vita nonostante lei brami la morte per ricongiungersi finalmente al padre adorato.
La sua storia e il suo passato sono di una crudeltà antica, ed è vittima anche dell'omertà di chi dovrebbe proteggerla. Con parole amare ci racconta i vari eventi che l'hanno toccata fin nelle viscere e quelli che invece l'hanno soltanto sfiorata senza scalfirla. Ma nonostante l'autrice utilizzi per tutto questo parole crude e aspre, c'è poesia in ciò che ci racconta. L'elemento ricercato della salvezza non lascia mai la protagonista che per scampare ed estromettersi alle bruttezze del mondo chiude gli occhi e sogna le parole che un tempo il padre le diceva.

Questo romanzo ha una struttura singolare. Narrato dalla voce della protagonista, è un'alternanza di due fasi temporali differenti: il presente che scorre in avanti e il futuro che è un conto alla rovescia.
La narrazione scorre veloce, nonostante peculiarità dei termini usati, grazie anche ai capitoli corti che occupano al massimo lo spazio di cinque facciate.

Ho amato questo libro e questa storia già dalla prima pagina: mi sono affezionata alla protagonista sin da subito per la sua forza e il suo coraggio dimostrati difronte alle avversità.
Consiglio a tutti la lettura di questo libro, soprattutto per la poeticità della narrazione.

3 commenti:

  1. Adoro le tue recensioni. Riesci sempre a rendere bene l'idea, il sentimento nascosto nelle parole del libro, tutto.

    RispondiElimina
  2. Grazie <3 nessuno l'aveva mai detto! Son contenta che qualcuno apprezzi il mio lavoro. Grazie di cuore :)

    RispondiElimina
  3. Sono felicissima. Hai descritto la storia di questo libro e i suoi toni proprio così come li avevo immaginati sin dalla sinossi, che, a quanto pare, una volta tanto non sbaglia.

    RispondiElimina