AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 26 giugno 2016

Cinema: Recensione in anteprima di "Io prima di te"

Salve a tutti lettori e cinefili!
In questa domenica di frescura (finalmente!) vorrei lasciarvi i miei sproloqui circa il film tratto dal bestseller "Io prima di te" di Jojo Moyes.
Qui in Germania è uscito tre giorni fa, e io sono andata a vederlo proprio ieri; in Italia invece si dovrà purtroppo aspettare settembre, ma nel frattempo vi lascio qualche anticipazione.

IO PRIMA DI TE
Me before you
★★★★★

Regia: Thea Sharrock
Anno: 2016
Paese: USA
Cast: Emilia Clarke, Sam Claflin, Charles Dance, Matthew Lewis, Vanessa Kirby, Janet McTeer

Sinossi: L'amore arriva sempre quando meno te lo aspetti. E qualche volta ti porta dove non penseresti mai di andare...
Louisa "Lou" Clark vive in una tipica cittadina della campagna inglese. Non sa bene cosa fare della sua vita, ha 26 anni e passa da un lavoro all'altro per aiutare la sua famiglia. Il suo inattaccabile buonumore viene però messo a dura prova quando si ritrova ad affrontare una nuova sfida lavorativa. Trova infatti lavoro come assistente di Will Traynor (S. Clafin), un giovane e ricco banchiere finito sulla sedia a rotelle per un incidente e la cui vita è cambiata radicalmente in un attimo. Lou gli dimostrerà che la vita vale ancora la pena di essere vissuta.



Di recente mi sono costretta a leggere il libro da cui questo film è tratto, dopo anni che posticipavo. Ma dal momento che l'uscita al cinema era imminente, non ho più potuto tirarmi indietro, e devo dire che per me è stato un bene aver letto prima il libro (anche perchè, se fosse stato il contrario, il libro poi l'avrei messo nel cassetto del dimenticatoio).

Conoscendo già la storia, il finale, tutti i personaggi e le battute che durante la lettura mi hanno più colpita, è stato per me più facile seguire il film in lingua tedesca. Piccola nota, il doppiaggio tedesco è pressochè inespressivo! Questo è il mio quarto film in questa lingua che vedo al cinema da quando mi son trasferita due anni fa, e la mia conclusione è sempre la stessa: doppiaggio piatto e privo di emozioni. Ma vabbè...
Tutta questa inespressività viene però compensata dalla mimica facciale di Emilia Clarke: non so come ci riesca ma sin dalle prime scene il suo personaggio è tutto un alzare e abbassare di sopracciglia, un po' irritante all'inizio ma poi ci si abitua. Credo che i produttori abbiano voluto rendere Louisa più stupida di come appare nel libro. E questo aspetto non l'ho gradito molto: sì, il suo personaggio è particolare, un po' eccentrico e con un livello culturale non elevato, ma arrivare a far dire alla sorella Threena che Lou è stupida, beh, non mi è piaciuto (tra l'altro, nel libro questa parte parola non esiste).
La stravaganza di Louisa è accentuata anche per gli abiti che porta: a tratti un pugno in un occhio col paesaggio circostante, a tratti un'oscenità nei confronti della moda, rendono però bene l'idea di quanto lei sia particolare e solare.

Il personaggio di Will invece è come appare nel libro, tale e quale: il suo humor nero fa ridere nonostante le circostanze. E, come da copione, molte sue battute e frasi riportate sono dette parola per parola anche nel film.

Quello che mi ha lasciato un po' interdetta è stato il fatto che le prime scene si susseguono troppo velocemente nel film: l'incidente di Will, la perdita del lavoro al bar di Louisa e la sua assunzione ad assistente personale sfilano a raffica sotto gli occhi, senza darti il tempo di capire cosa sia realmente successo. Forse un male, ma forse anche un bene: questo film infatti si incentra tutto sulla relazione tra i personaggi di Will e Louisa, lasciando a margine un po' tutto il resto. In esso esistono solo loro due e la trasformazione dei loro sentimenti. Come da libro però, anche nel film l'amore è solo percettivo, mai esplicitato.

Come in ogni film tratto da libro che non si rispetti, anche qui abbiamo delle differenze e delle omissioni: come dicevo prima, la storia è tutta incentrata su Lou e Will, lasciando a margine tutti gli altri personaggi. Difatti per esempio, il rapporto di Lou con i genitori che la considerano inferiore alla sorella è qui soltanto marginale; del matrimonio in crisi tra i genitori di Will non vi è quasi traccia; e poi, da ultimo, viene omesso un particolare abbastanza scomodo riguardo al fidanzato di Lou, Patrick, che però non vi dirò e lascerò che scopriate da voi.

Divertente a tratti e molto triste alla fine, ho pianto dall'ultima serata sulla spiaggia di Lou e Will sino all'ultimo titolo di coda. Per fortuna l'altra decina di spettatori in sala (si, esatto, in tutto saremo stati una decina a vedere questo film!) non si è accorta di nulla.
Per quanto le trasposizioni cinematografiche di libri siano a volte deludenti, devo convenire sul fatto che questa è una buona pellicola. Gli attori che interpretano i vari ruoli sono tutti perfetti, primo tra tutti Sam Claflin.

Ora vorrei anche io un paio di calze a righe gialle e nere. Dove si comprano?

Nessun commento:

Posta un commento