AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 24 maggio 2015

Recensione: "Un magnifico equivoco" di Jamie McGuire | Happenstance #2

Buongiorno lettori! E buona domenica!
In questo giorno dalle nuvole che oscurano il sole, vi lascio la mia mini-recensione al secondo capitolo della serie Happenstance di Jamie McGuire.

Titolo: Un magnifico equivoco (Happenstance #2)
Titolo originale: Happenstance - Part two
Autore: Jamie McGuire
Editore: Garzanti
Pagine: 128
Prezzo: 10,00€
Data di uscita: 21 maggio 2015

SinossiLa vita di Erin è cambiata all’improvviso. Tutto quello in cui ha sempre creduto si è rivelato una bugia. E ora in una nuova casa e in una nuova famiglia, non sa più quale sia il suo posto. Si sente smarrita e sola. A scuola nessuno riesce a capirla, nessuno riesce a starle vicino. Nessuno tranne Weston. Erin non può ancora credere che il ragazzo più irraggiungibile del liceo abbia scelto proprio lei. Far finta di resistere ai suoi occhi verdi e profondi è stato inutile. Con lui accanto ogni cosa ha un sapore diverso, una luce speciale. Ma anche i problemi sono sempre dietro l’angolo. Perché Weston è una calamita per situazioni complicate. Perché a volte per seguire l’istinto fa la mossa sbagliata. E ci sono verità che non possono restare nascoste per sempre. D’un tratto il loro amore inesauribile e unico sembra farsi in pezzi come un castello di sabbia risucchiato dalle onde. Erin non crede più a nulla. Perdersi in quello sguardo che le dava sicurezza e felicità è diventato difficile. Il suo cuore torna a chiudersi per non soffrire ancora. Eppure Weston conosce la strada che porta ai suoi sentimenti più fragili. Conosce le parole giuste da sussurrarle. Conosce il modo per difenderla dalle sue stesse debolezze. Adesso Erin deve trovare dentro di sé la forza di combattere contro tutto e tutti. Contro un passato che ha ancora molto da raccontare e contro la paura di ammettere che quello che la lega a Weston è pura magia. Perché anche per sognare ci vuole coraggio.

La mia recensione
★★
Cosa c'è di magnifico in un equivoco? Assolutamente nulla, direi io. E neppure nel caso della protagonista, trovo che quello che le capita a causa di questo "equivoco" non sia per niente carino.
Non capisco perchè gli editori si siano fossilizzati in questa idea di "magnifico" e "splendido" soltanto per dare continuità a qualcosa che - così facendo - risulta essere sempre più ridondante e per niente nuova.
Comunque, sono scelte editoriali che io non capirò mai.

Avevamo lasciato la protagonista, alla fine del primo smilzo pezzo della trilogia, alle prese con la sua nuova vita. E' passata dalle stalle alle stelle nel giro di un giorno e a quanto pare si è calata abbastanza bene ed in fretta nei suoi nuovi panni.
In questo libro non c'è nulla di particolarmente eclatante che rende questa storia più interessante rispetto al primo pezzo. Certo, ci vengono date un paio di risposte alle domande che si erano create al termine del capitolo precedente, ma nulla di più.
Abbiamo sempre a che fare con l'ennesima adolescente che va alle superiori, con l'ennesimo giocatore di football, regali ed abiti costosi e con l'ennesima storiella d'amore che si protrae tra alti e bassi. Originalità portami via!

L'unico pregio che ha questo libro - come del resto ho già spiegato nella recensione al primo volume QUI - è che si legge in fretta date le poche pagine.
Non mi soffermerò a raccontarvi i dettagli di quello che ci viene narrato stavolta perchè altrimenti risulterebbero essere più lunghi del libro stesso. A mio avviso, comunque, ritengo che la storia possa anche terminare qui, ma sappiamo già che ci sarà un altro libro che fa da seguito. Purtroppo e peccato.


ENGLISH VERSION
HAPPENSTANCE #2 by Jamie McGuire

Erin Easter was now Erin Alderman, because Erin Alderman was dead.
In the second installment of this USA Today bestselling series, follow protagonist Erin, a high school senior in tiny Blackwell, Oklahoma. After a terrible accident leaves two classmates dead, Erin learns that she was switched at birth. Shortly after, she moves into the home of her true parents, Sam and Julianne Alderman, transforming Erin over night from pariah of Blackwell High School, to the only child of one of the most affluent couples in town.
Also being pursued by her childhood crush, Weston Gates, the dream she once had is now reality. But when Erin stumbles upon secrets that gives her the answers she’s been searching for, she also finds a truth she never wanted to know
.

My review
★★
Is there anything good in a misunderstanding? Nothing I would say. And that's also the case of the main character of this book, who gets nothing good from this misunderstanding. I don't understand why italian publishers keep using words like "marvelous" and "beautiful" in the titles just to give some sort of continuity to stories that keep getting more and more repetitive and not innovative at all...
Publishers' choices I will never understand.

We left Erin dealing with her new life at the end of the first, meager chapter of this trilogy. From riches to rags in one day and it looks like she fit well in her new dress.
There's nothing exciting in this book, nothing that might make this storyline more interesting that the first. We are given a couple answers to the questions of the previous chapter but nothing more.
We have the same old teenager in the same old highschool, with the same old football player, gifts and expensive clothes and the same old love story with highs and lows... Farewell originality!

The only merit this book has, as I already mentioned in the first book's report HERE, is that you read it quickly because of the few pages.
I won't waste my time and your time explaining you all the details of what the reader is told this time because it would take longer than just reading the book itself. Anyway, personally, I think the story could end here but we know well there will be another book following. What a waste of time.

1 commento:

  1. Della McGuire ho letto Uno splendido disastro, e mi è più che bastato, anzi mi serviranno anni di terapia per dimenticarlo xD

    RispondiElimina