AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

giovedì 23 aprile 2015

Recensione in anteprima: "Alice from Wonderland" di Alessia Coppola

Buongiorno lettori.
Oggi voglio presentarvi un libro molto speciale.
Mi è piombato all'improvviso sotto al naso e non ho saputo resistere.
Ringrazio quindi la casa editrice Dunwich Edizioni per avermi fornito una copia in anteprima!
Vi presento Alice e il suo paese delle meraviglie... no, aspettate! Vi presento Alice DAL paese delle meraviglie!

Titolo: Alice from Wonderland
Autore: Alessia Coppola
Editore: Dunwich Edizioni
Pagine: 279
Prezzo: 9,90€ (cartaceo) - 2,99€ (ebook)
Data di uscita: 22 aprile 2015



Sinossi: Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland?
Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia?
Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto.
Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte.
È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità.
Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile.
Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile.
Sottomondo non è mai stato così sopra.
Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta.






La mia recensione
★★★★★(+)
Vorrei non aver letto questo libro soltanto per leggerlo di nuovo, infinite volte, ed emozionarmi ancora come fosse la prima volta!
Da tempo non mi capitava di avere tra le mani qualcosa che mi scombussolasse così tanto, nel senso positivo della parola.
Questo libro è tutto: gioia, dolori, pazzia, razionalità, amore e risate.
Mi ha dato così tanto che mi devo concentrare per trovare le parole adatte per esporvelo.

Penso che tutti, da bambini o da bambini cresciuti, abbiano letto "Alice nel paese delle meraviglie" di Lewis Carroll. Bene, questa è una rivisitazione "realistica" del classico, in chiave steampunk con un tocco di rosa. Non lo definirei però proprio "rosa", piuttosto qualcosa di più profondo; qualcosa che va al di là dell'amicizia senza sconfinare però nel melenso o nel "già sentito, che roba patetica!".

Alice è fuori dal suo mondo delle meraviglie insieme a tutti i suoi compagni d'avventure; non ricorda chi è, cosa le è successo e come mai si trova lì in quel momento. 
La mia prima vita era sepolta in cavità oscure della mente. La se­conda stava sfumando dietro la scia delle rotaie. La terza stava per iniziare.
Il suo sarà un viaggio alla scoperta del suo passato per far ritorno alla sua terra di fiaba, aiutata da tutti i personaggi di Lewis Carroll che per l'occasione hanno ottenuto un nome di battesimo del "nostro mondo", mantenendo però intatte tutte le caratteristiche (e anche qualche particolare fisico) dategli dallo scrittore inglese.

Già dalle prime pagine ho iniziato a divorare le parole come fossero caramelle, e ho potuto appurare la maestria con la quale è stata redatta e soprattutto pensata la storia. Non è facile barcamenarsi tra i matti e la loro pazzia dando anche una spiegazione logica a quello che si vuole narrare.
Questo libro è, come vi ho anticipato sopra, un mix di tutte quelle caratteristiche che dovrebbero essere presenti in un libro per reputarlo - a mio avviso - da "cinque stelline" o di prim'ordine.
E' un viaggio attraverso le dimensioni e il tempo per scoprire cosa si vuole veramente e cosa è davvero importante (o almeno, quello che è importante per Alice). 
Ah, se la verità avesse lo stesso sapore dell’illusione… avere una visione così chiara di tutto, paradossalmente, mi confondeva.
L'illusione di aver avuto qualcosa ed essersi crogiolata in essa, porterà la protagonista a fare decisioni da persona adulta: l'Alice con la testa tra le nuvole come la conoscevamo noi, in questo libro lascerà lo spazio ad una piccola donna che si scoprirà matura. 
Non mancano anche le risate, e l'irrazionalità mista ad inverosimilità (non so se esiste questa parola... subisco anche io l'effetto della banda di matti di Wonderland): il Cappellaio Matto in primis è colui al quale bisogna prestare attenzione più del dovuto per non perdersi nei suoi confusionari ragionamenti.
Ed infine l'amore, quello sincero e virtuoso ma anche quello doloroso e che spezza il cuore: in particolare mi son scoperta a provare tristezza per un personaggio che sin da subito ho adorato.
Quando si ama, l'orologio conta solo i battiti del cuore, che diviene un cronometro perfetto di istanti introvabili.
Questo libro è un omaggio alla piccola Alice del libro che tutti hanno letto (o che dovrebbero aver letto), e in esso troviamo i personaggi che in Wonderland la accompagnano; è anche - e con piacere l'ho notato - intriso di camei famosissimi e di prim'ordine che per nulla stonano all'interno della storia che l'autrice ci vuole raccontare. Un miscuglio di tutto quello che io, in prima persona, adoro: tè, luoghi di ambientazione, personaggi reali e non. Tutto.
Stupendo! Emozionante! Magnifico! Un libro dolce e maturo che regalerà emozioni a chi lo leggerà, che sia esso grande o piccono. Leggetelo! E' un ordine, altrimenti "Tagliategli la teeeeeesta!".

Visita il blog dedicato al libro qui: Alice from Wonderland

7 commenti:

  1. Sono felice che ti sia piaciuto. Grazie di vero cuore. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla Alessia, il piacere è stato mio! :)

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo, sto aspettando il cartaceo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilenia. *_* Spero di non deluderti.

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerlo *-* mi ispira un sacco!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che ti piaccia, Ika. :)

      Elimina
    2. Ti piacerà, ne sono sicura!!!

      Elimina