AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

venerdì 2 gennaio 2015

Recensione: "Il tredicesimo dono" di Joanne Huist Smith

Buonasera lettori!
Il primo post dell'anno è una recensione, per quanto potete vedere.
Manco dal blog da circa tre settimane durante le quali non ho davvero avuto tempo ne di portare avanti le letture iniziate e neppure di scrivere le recensioni a libri letti e film guardati in questo periodo... e tanto meno, purtroppo, di farvi gli auguri.
A questo rimedio subito: TANTI AUGURI DI BUON ANNO, per un 2015 ricco di soddisfazioni e di letture giuste! Da brava blogger (o almeno questo è l'intento) seguirò la massa: scriverò anche io un post introduttivo per questo nuovo anno nel quale espliciterò tutti i miei buoni propositi.
Nel frattempo, vi dovrete accontentare di una recensione. Tut mir leid XD

Titolo: Il tredicesimo dono
Titolo originale: The 13th gift
Autore: Joanne Huist Smith
Casa editrice: Garzanti
Pagine: 168
Prezzo: 14,90€
Data di uscita: Novembre 2014


Sinossi: "Mamma, abbiamo perso l'autobus." È la mattina di un freddo e grigio 13 dicembre, e Joanne viene svegliata improvvisamente dai suoi tre figli in tremendo ritardo per la scuola. Ancora non sanno che quel giorno la loro vita sta per cambiare per sempre. Mentre di corsa escono di casa, qualcosa li blocca d'un tratto sulla porta: all'ingresso, con un grande fiocco, una splendida stella di Natale. Chi può averla portata lì? Il bigliettino che l'accompagna è firmato, misteriosamente, "I vostri cari amici". Mancano tredici giorni a Natale, e Joanne distrattamente passa oltre: è ancora recente la morte di Rick, suo marito, e vorrebbe solo che queste feste passassero il prima possibile. Troppi i ricordi, troppo il dolore. Ma giorno dopo giorno altri regali continuano ad arrivare puntualmente, e mai nessun indizio su chi possa essere il benefattore. La diffidenza di Joanne diventa prima curiosità, poi stupore nel vedere i suoi figli riprendere a ridere, a giocare, a divertirsi insieme. Sembra quasi che stiano tornando a essere una vera famiglia. E il mattino di Natale, mentre li guarda finalmente felici scartare i loro regali sotto l'albero addobbato, Joanne scopre il più prezioso e magico dei doni. Quello di cui non vorrà mai più fare a meno, e il cui segreto ha scelto di condividere con i suoi lettori...


La mia recensione
★★★★
La favola di questo Natale è stata una storia vera, una di quelle che scaldano il cuore e che accendono una luce là dove si era spenta.

Non ho mai amato particolarmente i libri tratti da storie vere, li ho sempre evitati di proposito perchè mi sapevano troppo di "roba pretenziosa", di qualsiasi argomento trattassero.
Ma per questo libro ho voluto fare un'eccezione soltanto perché la retro-copertina lo dipingeva come molto allettante e natalizio al punto giusto...
E devo ammettere che l'essermi lasciata catturare è stata una giusta scelta.

L'idea dei tredici doni natalizi basati sulla celebre canzone inglese è quello che in primis mi ha catturato di questa storia: il mistero che giorno dopo giorno si celava dietro quei piccoli doni lasciati sull'uscio di casa della famiglia protagonista è l'elemento che lascia il lettore con la morbosa curiosità che ti fa girare sempre pagina per cercare di trovare una qualche risposta.

Ma questo non è un libro giallo; questo è un libro che ti fa capire che i piccoli gesti e le piccole cose sono ciò che potrebbe darti di nuovo vitalità e gioia semmai fossi in un periodo nero. Questo libro ti dice anche che questi piccoli gesti possono arrivare da persone che mai penseresti ti possano aiutare. Che sia una stella di Natale od un piccolo vassoio di biscotti, se donati con semplicità e bontà possono portare gioia a chi è in un momento di sconforto. Perché la vera felicità sta nelle piccole cose, nel cercare e riuscire a ritrovare sè stessi dopo un periodo buio e soprattutto nel calore della famiglia.

Grazie a questo libro, anche le persone che al momento magari si sentono sole potranno capire che in realtà non sono sole, e coloro che sono felici potranno sempre e comunque portare una piccola luce e un piccolo aiuto a chi ne ha bisogno. Senza chiedere o aspettarsi nulla in cambio, è questo lo spirito di Natale.

Termino consigliando a tutti questo piccolo libricino: se a primo impatto non vi ispira, vi chiedo di provare a dargli una possibilità! E' un libro che si lascia leggere in fretta, e non è neppure relativamente lungo. Sarete ricompensati con calore e con la consapevolezza che qualcosa di buono può sempre arrivare, anche da chi non ti aspetti.

Nessun commento:

Posta un commento