AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 31 agosto 2014

Unterwegs, ossia la mia "blog series" per sfogare i contenti e malcontenti di una ragazza italiana all'estero

Buonasera miei cari lettori.
So - naturalmente - che è sabato sera e che probabilmente molti di voi saranno fuori casa a far bisboccia. Ma può anche essere che alcuni, come me, siano rimasti a casa, e allora quale intrattenimento migliore se non quello che andrò a creare io tra poco?
Può essere che duri soltanto il tempo di uno spazio pubblicitario tra la prima e la seconda parte di un film, oppure che sia più lungo, questo ancora non lo so...
Può essere che dopo un paio di righe vi siete stancati a tal punto di sopportarmi che preferite ritornare al vostro divano per continuare il film, o può essere che quello che scrivo e vi racconto vi abbia appassionato o anche soltanto un minimo colpito e per questo decidete di seguirmi in pianta stabile.
In ogni caso vi ringrazio già da ora per l'attenzione e il supporto che volete darmi (ma quanto sono formale!!).

Dopo una serie di recensioni libresche (diciamocelo, era ora che mi decidessi a scrivere qualche recensione quest'anno... anzi, era ora che mi mettessi a leggere seriamente - dopo tanto!), un qualche post "diverso" ci stava proprio. Per questo ho deciso di dare sfogo ai miei pensieri e sentimenti che si susseguiranno da questi giorni per un tempo indefinito, e di creare ad hoc una "blog series" appunto.
Di blog series sul web ce ne sono tantissime e di svariati tipi, ma questa è la mia blog series e proprio per questo sarà unica: nessuno potrà uguagliare quello che, in futuro, andrò a sperimentare o a provare nel mio essere.
Chi mi segue da un po' sa che sono già stata alcuni mesi in Germania per tentare di accaparrarmi un lavoro. Quello che nessuno sa però è che quel lavoro me lo sono ampiamente accaparrato! (evviva, fuochi d'artificio!). Sulla "faccenda" ho mantenuto il riserbo perchè alla fin fine non sono una persona che si vanta dei proprio successi, ma ad oggi, dopo tutto il supporto e l'amore ricevuto alla mia partenza dalle persone che mi sono più accanto, ho bisogno di dar sfogo al mio "vanto", ho bisogno di dire ai quattro venti le mie avventure e le mie disavventure, non per vantarmi nel vero senso della parola ma più per cercare conforto e - perchè no? - insegnare qualcosa, con le mie esperienze, a chi in futuro magari deciderà di intraprendere un cammino simile al mio.

E' per questo che ho deciso di dare un nome speciale a questa blog series, un nome che è una prospettiva per il futuro (sempre se di futuro si possa ancora parlare!): UNTERWEGS, ossia la traduzione in lingua tedesca (natürlich XD) di "On the road".
Per non dilungarmi troppo nella spiegazione sul perchè ho deciso di far ciò o di che cosa mi aspetto da tutto questo, parto subito con i miei resoconti.
Sappiate però che in questi giorni ho la lacrima facile, abbiate quindi pietà di me e dei miei poveri nervi (cit.) XD
Sappiate anche - purtroppo - che non è assolutamente una passeggiata lasciarsi alle spalle famiglia, fidanzato, amici ed annessi e connessi. Un erasmus può anche durare sei mesi ma dopo quello sai che torni a casa e tutto rimane come prima. Intraprendere un cammino simile al mio richiede coraggio, e tanta determinazione! Come qualcuno mi ha detto, "stringi i denti e vai avanti!".
Ed io vado avanti. Mi sbuccerò le ginocchia tante volte, sopporterò e cercherò di superare i divari derivanti dalla mia bassa conoscenza della lingua, a volte farò delle gaffe pazzesche (già qualche volta mi è successo nei mesi che son stata qui in precedenza XD vi lascio immaginare quanto hanno riso i miei colleghi!), ma ho come obiettivo di migliorarmi.
La Germania è casa mia adesso, e i tedeschi sono miei amici!
Chi sono io? Also, einen kleinen Ausweis:
Name: Elisa
Beruf: Vermessungstechnikerin
Stadt: Freiburg im Breisgau
Stimmung: traurig (heute)
Per ora è tutto miei followers! Ho visto l'ora e direi che domani mattina non voglio avere le occhiaie, perciò vi saluto seduta stante e vi aspetto prossimamente per un altro sfogo/non sfogo.
Sono tante le cose che vorrei raccontarvi, perciò non prendete troppi appuntamenti! A presto, bis balt!

3 commenti:

  1. Che bell'esperienza che stai facendo.. Anche io finita l'uni vorrei andarmene e cercar lavoro da qualche altra parte che non si l'Italia..

    RispondiElimina
  2. Ti faccio un grande in bocca al lupo per questa tua nuova avventura!
    Posso capirti indirettamente perché la stessa cosa è successa a mia sorella. Lei aveva fatto l'Erasmus a Düsseldorf e si era trovata molto bene; poi, una volta laureata, ha avuto l'opportunità di trovare un lavoro lì e quindi ne ha approfittato. E' partita da più di un mese e non si è pentita dalla scelta.
    Quindi, sii forte, non mollare, sono sicura che non avrai problemi ;)
    Non so se deciderò di seguirla in Germania, ancora ho altri due anni di studio matto e disperato prima della laurea (entrambe abbiamo scelto la facoltà di lingue) xD Però, vivere all'estero non mi dispiacerebbe :3

    RispondiElimina
  3. mi incuriosisce molto la tua esperienza. ti ho trovata da poco e sono tutta orecchi. cioè, occhi. vabeh :D

    RispondiElimina