AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

domenica 2 marzo 2014

Books on screen #8 Recensione de "La bella e la bestia"

Buonasera lettori, come è andata questo primo fine settimana di marzo.
Per mio conto devo dire abbastanza bene, tranne che per il maltempo che sta diventando assai fastidioso... ma non sto qui a lamentarmi con voi di questo ora.
Oggi voglio proporvi la recensione di un film che ho visto proprio nel pomeriggio - tra l'altro questi giorni sono stati pieni di film per me. Non mi capitava da tempo. Sono contenta di rispolverare ogni tanto la mia vecchia passione per le pellicole.
Il film di oggi è "La bella e la bestia", scommetto che ne avrete sentito parlare anche voi.
LA BELLA E LA BESTIA
(La belle et la bete)
★★★★

Regia: Christophe Gans
Paese di produzione: Francia - 2014
Cast: Léa Seydoux, Vincent Cassel, André Dussollier







I cinema sono pieni delle locandine del nuovissimo film francese. Devo dire che, nonostante la storia sia stata raccontata numerose volte ed in varie versioni, stavolta sono rimasta colpita.
Il film si presenta lussureggiante in ogni suo aspetto: i costumi sono pomposi e brillanti, con colori sgargianti come si confà ad una favola che vuole stuzzicare e far venire l'acquolina in bocca allo spettatore. 
Le scenografie hanno un bell'impatto visivo, molto dettagliate e piene di oggetti: ho particolarmente apprezzato la vegetazione e le rose del castello della bestia.
Gli effetti speciali e "magici" non hanno nulla da invidiare ad un film fantasy: non vedevo un film così "bello per gli occhi" dai tempi di Moonacre: I segreti dell'ultima luna, anche se a dir la verità La bella e la bestia ha qualche carta in più a suo vantaggio.
Gli attori a prestare il volto ai protagonisti  sono tutti francesi come del resto lo è anche la produzione di questa pellicola.
Vincent Cassel nei panni della bestia viene dapprima rappresentato come un uomo orgoglioso che non accetta alcuna sconfitta, ma che anzi preferisce infrangere una promessa pur di arrivare a perseguire i suoi scopi; al contrario, divenuto bestia per i suoi stessi errori, impara ad essere altruista e protettivo, conoscendo l'amore che lo salverà dal suo tragico destino.
L'amore in questo caso ha il volto di Lea Seydoux, già vista al cinema in vari film come La vita di Adele o Midnight in Paris (in questo caso il suo era un piccolo ruolo). Coi suoi tratti quasi angelici esprime dolcezza e speranza, direi una scelta azzeccata per questo ruolo.
Quando diciamo La bella e la bestia la prima cosa a cui andiamo a pensare è il film d'animazione della Disney del 1991. Se accostiamo queste due versioni, le differenze saltano subito agli occhi: in primis la biblioteca! (come noi lettori non ricordarsi della biblioteca della bestia? >.<) Nel film francese non vi è alcun riferimento; la bestia - per "ringraziare" Belle della sua forzata compagnia - le permette di vagare per il castello a suo piacimento. Neppure della rosa incantata vi alcuna traccia: in questo caso le rose sono il simbolo della natura che ha preso il sopravvento (quando vedrete il film capirete anche il perchè, ed è per questo che sono particolarmente care alla bestia).
Per quanto riguarda la parte antagonista, non c'è nessun Gaston. Nessun personaggio impersona il fantomatico pretendente indesiderato di Belle. In questo caso l'antagonismo deriva da uno dei tanti creditori di un fratello di Belle; un antagonismo un po' arrivista e del tutto privo di scrupoli (altrimenti che "cattivo" della situazione sarebbe?). 
Continuando con la schiera di personaggi, abbiamo altre due figure femminili - le sorelle maggiori di Belle - che mi hanno rammentato le sorellastre di Cenerentola: tutte vestiti, gioielli e mariti, bisbetiche e frignone (nel film della Disney queste due, se non ricordo male, non sono citate).
A differenza di altri adattamenti come Beastly (La Bella e la bestia newyorkese con Vanessa Hudgens, dove l'aspetto di bestia del coprotagonista erano soltanto alcuni tatuaggi in volto... un filmetto per adolescenti!) o The beauty and the beast (la serie tv pseudo-poliziesca) che non ho particolarmente apprezzato, quest'ultima versione - per quanto la storia di Belle che col suo amore salva la bestia sia alla stregua di un "Giulietta e Romeo" col lieto fine, e per quanto quindi raccontata ormai in tutte le salse - devo dire che è il più "magnifico" dal punto di vista scenografico, bello e gustoso per gli occhi.
Un film fantasy con un tocco di gothic che non guasta, che consiglio agli amanti del genere. Non rimarrete delusi, nonostante si sappia già come va a finire.

5 commenti:

  1. Bello, io andrò senz'altro a vederlo, appena lo passano anche dalle mie parti. Dopo la tua recensione sono ancora più impaziente!

    RispondiElimina
  2. curiosa curiosa.. anche se di primo impatto gli attori non mi piacciono proprio...

    RispondiElimina
  3. Meravigliosi gli scenari! Ero già super decisa, ma dopo questi screenshot andrò a vederlo di sicuro!

    RispondiElimina
  4. solitamente i film francesi non mi fanno impazzire, ma quando si tratta di fiabe rivisitate, sono interessatissima a qualsiasi film! <3 che dire, spero di vederlo! *w*

    RispondiElimina
  5. Mmm... io sono così legata alla storia della Disney che non so se apprezzerei fino in fondo questa... anche se da quanto leggo è molto più fedele alla storia originale francese! Se mi capiterà andrò a vederla, altrimenti passo senza problemi! ^^

    Quanto alle sorelle di Belle, nella favola Disney non ci sono (è figlia unica) ma nell'inizio alternativo che si trova nel dvd dell'edizione speciale mi pare che abbia una o due adorabili sorelline! c:

    RispondiElimina