AVVISO
Dall' 1 Aprile 2017 tutte le collaborazioni con case editrici e autori sono sospese.
Mi riservo di pubblicizzare soltanto i libri che ritengo per mio gusto interessanti.
Qualsiasi altra richiesta non verrà presa in considerazione.

    

lunedì 21 gennaio 2013

Recensione: "L'isola dell'amore proibito" di Tracey Garvis-Graves

Oggi mi accingo a recensire un libro che mi ha toccato il cuore, uscito da poco con Garzanti e letto soltanto in due notti.

Titolo: L'isola dell'amore proibito
Titolo originale: On the island
Autore: Tracey Garvis Graves
Casa editrice: Garzanti
Pagine: 336
Prezzo: 14,90€
Data di uscita: 2 gennaio 2013


Trama
L'acqua cristallina lambisce dolcemente i suoi piedi nudi. Anna apre gli occhi all'improvviso e davanti le si apre la distesa sconfinata di un mare dalle mille sfumature, dal turchese allo smeraldo più intenso. Intorno, una spiaggia di un bianco accecante, ombreggiata da palme frondose. Le dita della ragazza stringono ancora spasmodicamente la mano di TJ, disteso accanto a lei, esausto dopo averla trascinata fino alla riva. Anna non ricorda niente di quello che è successo, solo il viaggio in aereo, il fondale blu che si avvicina troppo velocemente e gli occhi impauriti di TJ, il ragazzo di sedici anni a cui dovrebbe dare ripetizioni per tutta l'estate. Un lavoro inaspettato, ma chi rifiuterebbe una vacanza retribuita alle Maldive? E poi Anna, insegnante trentenne, è partita per un disperato bisogno di fuga da una relazione che non sembra andare da nessuna parte. Ma adesso la loro vita passata non è più importante. Anna e TJ sono naufraghi e l'isola è deserta. La priorità è quella di sopravvivere fino ai soccorsi. I giorni diventano settimane, poi mesi e infine anni. L'isola sembra un paradiso, eppure è anche piena di pericoli. I due devono imparare a lottare insieme per la vita. Ma per Anna la sfida più grande è quella di vivere accanto a un ragazzo che sta diventando un uomo. Perché quella che all'inizio era solo un'amicizia innocente, attimo dopo attimo si trasforma in un'attrazione potente che li lega sempre più indissolubilmente.


La mia recensione

Ho iniziato a leggere questo libro dopo essere stata colpita dall'enormità delle copie vendute e da questa semplice frase:

Un caso editoriale planetario che sfida tutte le regole.
ABE Books
e dopo averne letto la trama la mia curiosità è salita alle stelle tanto da farmi dire più di qualche volta "Io devo avere questo libro!".
Molti potrebbero pensare che si tratta della solita storiella d'amore come se ne leggono tante, ma invece posso dire che non è assolutamente così.
Questo romanzo è intriso di romanticismo si, ma anche di molto altro.

La storia è quella di Anna, insegnante trentenne, che, pur di prendersi un periodo di riposo dal proprio fidanzato John, accetta di fare lezioni private per tutta l'estate al sedicenne T.J... alle Maldive!
I due quindi partono per raggiungere la nota meta turistica dove li aspettano i genitori di lui, partiti qualche tempo prima. Ma il caso, o il destino, vuole che l'idrovolante sul quale viaggiavano precipiti a causa di un infarto del pilota.
Anna e T.J. fortuitamente si salvano, e si ritrovano su una delle tante inabitate isole dell'arcipelago.
Dopo lo shock iniziale, e la conseguente speranza di avvistare un aereo che li veda e li riporti a casa, i due iniziano a crearsi la propria sopravvivenza: la ricerca di cibo e il mettersi un tetto sulla testa.
Come dice il detto "la necessità aguzza l'ingegno", qui ne abbiamo la prova, grazie anche al fortunato spiaggiamento di alcuni relitti dell'idrovolante nonchè delle valigie.
Una sorta di Cast Away in coppia, dove non mancano le disavventure: una malattia a testa, varie ossa rotte e uno squalo che li ha presi di mira.
Pian piano la necessità di contare l'uno sull'altro lascia spazio ai sentimenti che immancabilmente nascono tra i due.
Ma come ogni storia che si rispetti, non poteva finire qui, con loro che vivevano felici e contenti per il resto della propria vita sulla loro piccola isola.
No, loro vengono ritrovati e riportati alla civiltà, dove non mancano i problemi, oltre a giornalisti e persone incapaci di comprendere e che giudicano la loro relazione.

Ho amato questo libro sin dalla prima pagina. A dire il vero la prima metà di esso è stata la mia preferita: leggere delle avventure dei protagonisti è stato come essere lì con loro, a condividerne le gioie e i dolori.
L'autrice ha saputo rendere il tutto molto coinvolgente, grazie anche ad una scrittura che si fa leggere molto scorrevolmente. In certi punti mi chiedevo come sarebbe andata a finire e volevo arrivare alla fine del capitolo per scoprirlo, ma poi quello che avevo letto non era mai abbastanza e così iniziavo il successivo. E pagina dopo pagina sono arrivata alla fine: ad un finale un pò scontato, ma va bene lo stesso.
Qualche colpo di scena sarebbe stato gradito, ma comunque ne ho avuto lo stesso una buona parte che posso accontentarmi.

I personaggi sono ben creati. Sono carenti di descrizioni fisiche dettagliate ma questo è un pregio. Come lo anche il fatto che l'autrice non ha descritto molto o frequentemente i luoghi in cui si svolgevano le scene: si è dato più spazio al racconto degli eventi e questo ha fatto si che sia il lettore a immaginarsi i dettagli di tutta la scena dove essi avevano luogo.
Anna è descritta come una persona che ama molto il suo lavoro di insegnante ma è delusa dal proprio rapporto con il fidanzato John il quale, dopo 8 anni, non è ancora pronto a sposarsi e farsi una famiglia, cosa che lei invece desidera molto. Perciò vede la partenza per le Maldive come un'opportunità per capire cosa fare del proprio rapporto con il fidanzato.
T.J. invece è un ragazzo reduce da una terribile malattia, scontento del fatto di dover passare l'intera estate sui libri lontano dai propri amici. Ma quando gli eventi prendono una piega inaspettata, siamo sorpresi in senso positivo davanti allo spirito di sopravvivenza che egli dimostra. Una crescita non soltanto fisica, ma anche mentale, che lo rende un uomo esperto che sa cosa vuole della propria vita.

L'amore descritto in questo libro a mio avviso non rispecchia quello del titolo.
Quello che si instaura tra i due protagonisti è nato si dalla necessità di prendersi cura l'uno dell'altro, ma via via che si va avanti si scopre che esso è fatto anche di autenticità e romanticismo.

Un libro intenso dove leggendo si potranno sentire le onde dell'oceano e i profumi dell'isola scaturire dalle pagine, come se tu stesso ne fossi all'interno.
Lo consiglio a tutti gli amanti del genere e a chi desidera una lettura non troppo impegnativa.


Il mio voto




Booktrailer

Un viaggio imprevedibile.
Un paradiso incontaminato.
Un amore più forte del destino.
Preparati al paradiso...

4 commenti:

  1. Mi hai convinta! Era già nella mia wishlist, ma ora credo che lo leggerò a breve :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai, non te ne pentirai! Oltretutto ne faranno pure un film. Non vedo l'ora :)

      Elimina
  2. anche a te vedo che è piaciuto tantissimo.. la prima parte quella sull'isola è indimenticabile, l'ho veramente adorata :)
    bella recensione ::):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Ho pure letto che ne faranno un film!! La MGM ha comprato i diritti ancora il maggio scorso, ma da allora non si sa più nulla, ne su regista ne su cast. Io comunque mi vedo T.J con la faccia di Eddie Redmayne. Sarebbe perfetto!!

      Elimina